Contraccezione

Prescrizione di metodi di CONTRACCEZIONE sicuri e efficaci a cittadella

La contraccezione è un argomento importante che andrebbe affrontato in modo serio con tutte le donne in età riproduttiva. Il Dr. Vito Pizzo, ginecologo esperto attivo a Cittadella, è un punto di riferimento per tutte le pazienti che vogliono saperne di più sul tema, sempre disponibile a indicare le soluzioni più idonee per ogni donna. È fondamentale non improvvisarsi medici e affidarsi a un ginecologo in grado di valutare i pro e i contro di ogni contraccettivo, di leggere le analisi e suggerire la tipologia adatta ad ogni caso specifico. Non esitate a contattare il medico di Cittadella per fissare un consulto ginecologico. 



I DIVERSI TIPI DI CONTRACCETTIVO


Sono diverse le soluzioni di contraccezione disponibili attualmente per le donne:


  • la classica pillola che contiene 2 ormoni: estrogeno + progestinico
  • la pillola con un solo ormone (pop), il progestinico (cerazette)
  • il cerotto EVRA
  • l’anello vaginale NUVA-RING
  • l’iniezione trimestrale di un progestinico depot
  • il dispositivo sottocutaneo di durata triennale: NEXPLANON

LA PILLOLA ESTRO PROGESTINICA E LA PILLOLA CON UN SOLO ORMONE


Questo metodo di contraccezione può essere monofasico, se contiene sempre la stessa dose di ormoni in ogni pillola, trifasico se la dose di ormoni varia e mima la variazione ormonale del ciclo mestruale fisiologico. I progestinici contenuti nelle formulazioni contraccettive si differenziano per delle peculiarità chimiche che conferiscono alle diverse formulazioni contraccettive effetti diversi sul peso, sulla ritenzione idrica, sull’acne, sul tono dell’umore, sulla libido.


Le formulazioni contraccettive ormonali attuali si diversificano anche per il dosaggio degli estrogeni che contengono. Nelle pillole maggiormente usate, il dosaggio estrogenico varia fra 30 e 15 mcg. Anche il dosaggio del progestinico è diverso in rapporto alla potenza farmacologica dello stesso. Il numero di pillole contenuto in una confezione varia da 21 a 24.

La pillola va assunta una volta al giorno, con una ciclicità che può variare tra le diverse pillole. Non è categorico rispettare l’ora di assunzione, ma comunque è consigliabile non superare le 12 ore di ritardo per non ridurne l'efficacia contraccettiva. Si ricorda che questo metodo di contraccezione è acquistabile solo ed esclusivamente su prescrizione del medico: chiedete al Dr. Pizzo di Cittadella per ulteriori informazioni.


La pillola con il solo progestinico (POP) va assunta ininterrottamente senza pausa e tollera nella puntualità dell’assunzione solo uno scostamento massimo di 4 ore: è indicata per le donne che non possono assumere la pillola estroprogestinica ma vogliono comunque un efficace metodo di contraccezione.


IL CEROTTO EVRA E L'ANELLO VAGINALE

 

Il cerotto Evra è una combinazione estroprogestinica e va applicato una volta alla settimana per 3 settimane consecutive intervallate da una settimana di pausa. La prima volta va applicato al primo giorno del ciclo. La sede consigliata per l’applicazione è il basso addome. L’anello vaginale Nuva-ring, invece, è una combinazione estro progestinica: questo comodo metodo di contraccezione va inserito in vagina e lasciato in situ per 3 settimane, intervallate da una settimana di pausa. Il primo inserimento va fatto al 3° giorno del ciclo. Anche in questo caso è necessaria la prescrizione di un ginecologo come il Dr. Pizzo di Cittadella.


INIEZIONE TRIMESTRALE E DISPOSITIVO SOTTOCUTANEO


L’iniezione trimestrale di progestinico depot va ripetuta ovviamente ogni 3 mesi; la prima volta va fatta al 1° giorno del ciclo. L’inserimento del dispositivo con solo progestinico (NEXPLANON contenente 68 mg di etonogestrel) va fatto a livello del braccio non dominante e va lasciato in situ per 3 anni. L'inserimento deve essere fatto dal ginecologo.


COSA FARE PRIMA DI RICORRERE ALLA CONTRACCEZIONE

Presso l'ambulatorio di Cittadella si eseguono gli opportuni accertamenti da fare prima di ricorrere alla contraccezione ormonale, tra cui: 

  • visita ginecologica completa di pap-test con eventuale HPV test
  • colposcopia
  • ecografia pelvica
  • palpazione del seno con eventuali esami strumentali delle mammelle
  • esami ematochimici. 
Tali controlli andrebbero ripetuti almeno 1 volta all'anno.


Per chi fa uso della contraccezione ormonale è consigliabile ridurre l’assunzione di cibi grassi, di zuccheri, di sale; il medico di Cittadella, inoltre, consiglia vivamente di praticare una abituale attività fisica, mentre sconsiglia il fumo.

CONTRACCEZIONE D'EMERGENZA: LA PILLOLA DEL GIORNO DOPO

Per contraccezione d'emergenza si intende l’uso di un metodo contraccettivo occasionale che abbia la capacità di evitare una gravidanza in una situazione d'emergenza, che potrebbe verificarsi in seguito ad un rapporto sessuale non protetto da altri metodi contraccettivi, o in seguito a fallimento di altro metodo contraccettivo (ad esempio, in seguito a rottura di profilattico). Tale metodo, detto anche "la pillola del giorno dopo", consiste nell'assunzione di 1 pillola contenente 1500 mcg di un progestinico (levonorgestrel), oppure di 2 pillole contenenti ciascuna 750 mcg della stessa sostanza (levonorgestrel), da prendere in una unica somministrazione, entro un tempo massimo di 72 ore dal rapporto sessuale. Un metodo contraccettivo d'emergenza alternativo, ma meno utilizzato, può consistere nell'applicazione in utero di una spirale (I.U.D.) entro un tempo massimo di 5 giorni dal rapporto. Consultate il medico ginecologo di Cittadella per ulteriori informazioni.

DIABETE E CONTRACCEZIONE

Sono diabetica: quale metodo contraccettivo posso usare?


Il diabete non impedisce alle donne di avvalersi della contraccezione, ma può influire sulla scelta del metodo, per questo è preferibile parlarne con il ginecologo, come il Dr. Pizzo di Cittadella. La collaborazione con il ginecologo, infatti, permette di scegliere il metodo contraccettivo più adatto.


Le donne che soffrono di diabete hanno bisogno di una contraccezione estremamente efficace in quanto una gravidanza sarebbe a rischio e deve essere preparata in anticipo nonché strettamente monitorata. Per questo motivo vanno evitati tutti i metodi contraccettivi scarsamente affidabili, come il metodo della temperatura basale, il metodo Ogino Knaus o il coito interrotto, il cui rischio di insuccesso è molto elevato.

HIV E CONTRACCEZIONE

Qual è il miglior metodo di contraccezione in caso di HIV o AIDS?


Il Dr. Pizzo di Cittadella raccomanda l’uso del preservativo maschile.


Il preservativo femminile è altrettanto efficace. Quest’ultimo si introduce all’interno della vagina e può essere inserito anche diverse ore prima del rapporto sessuale. Il ginecologo insegnerà come posizionarlo correttamente. Si tratta di un prodotto di contraccezione monouso e non va mai riutilizzato.

Per saperne di più sulla contraccezione contattate il ginecologo di Cittadella!

Share by: